Rinoplastica post-operatorio

Appena terminato l’intervento di rinoplastica il Dott. Clemente Zorzetto, chirurgo platico e medico estetico,  provvederà ad inserire all’interno delle fosse nasali i tamponi occlusivi (se la procedura lo richiede) ed al paziente, sarà applicata una mascherina di protezione proprio sul dorso del naso appena operato (questa dovrà essere portata notte e giorno solo per la prima settimana del post-operatorio).

Il/la paziente potrà essere dimesso/a lo stesso giorno in cui è programmata la rinoplastica (comunque dopo aver trascorso qualche ora in osservazione in una camera appositamente preparata nella clinica di chirurgia estetica scelta). Nel caso in cui però lo si desideri, è possibile prolungare al giorno successivo alla rinoplastica la permanenza in clinica (la dimissione avverrà, così, dopo la prima medicazione prevista).

Il dolore post-operatorio è di modesta entità poiché l’anestesia locale, che continua il suo effetto per alcune ore da quando si lascia la sala operatoria, provvede a tenerlo sotto controllo.
Il giorno successivo all’intervento di rinoplastica il programma prevede, in aggiunta alla visita di controllo da parte del chirurgo estetico ed alla medicazione, la rimozione dei tamponi nasali occlusivi, se ne è stato fatto uso, oppure questi saranno rimossi nei giorni seguenti durante le successive visite di controllo.
Specialmente nei primi giorni del post-operatorio, la parte trattata sarà caratterizzata da un leggero gonfiore (edema) che tenderà ad attenuarsi gradualmente nei giorni a seguire fino al totale assorbimento che avviene, di norma, entro due settimane dalla rinoplastica. Ecchimosi (lividi) di modesta entità compariranno nella zona sotto gli occhi ma scompariranno con la stessa tempistica prevista per il gonfiore.