Liposuzione tumescente (umida o wet lipo)

Tralasciando la descrizione dei miglioramenti apportati alle cannule con cui veniva effettuata la liposuzione (si è passati, ad esempio, da quelle acuminate a quelle smussate), l’importante passo avanti è stato fatto introducendo sostanze vasocostrittrici nella parte da trattare in modo tale da limitare enormemente le perdite di sangue.
Una volta risolto il problema dell’eccessiva perdita di liquido ematico, il chirurgo plastico poteva e può aspirare una maggiore quantità di grasso senza far correre rischi inutili alla paziente

In definitiva, la liposuzione tumescente permette di asportare fino a circa 6 o 7 litri di grasso contro i circa 3 litri della precedente tecnica senza, però, causare importanti e vaste ecchimosi e senza cospicui perite di sangue come succedeva in passato.