Visita dal chirurgo estetico

La visita dal chirurgo plastico costituisce, come ormai è solito dire il Dott. Clemente Zorzetto, la fase fondamentale per arrivare ai migliori risultati estetici e funzionali possibili. Una corretta anamnesi delle condizioni di partenza della paziente, infatti, consentono di lavorare con precisione in sala operatoria circoscrivendo l’operato del chirurgo allo stretto necessario andando così a stressare il meno possibile il candidato favorendo, in tal modo, la pronta guarigione.
Durante la visita pre mentoplastica il Dott. Zorzetto valuta le cause ed il grado di asimmetria del volto della paziente e quello di dismorfia avvalendosi di misurazioni poste in essere sul paziente direttamente ed anche a mezzo radiografie per trovare assoluta corrispondenza delle rilevazioni e quindi individuare esattamente la porzione di osso da asportare in caso di mentoplastica riduttiva o l’esatta collocazione delle protesi qualora sia la mentoplastica additiva l’intervento di chirurgia estetica del viso da realizzare.
Durante la prima visita, alcuni pazienti richiedono di poter prendere visione del loro aspetto e del loro potenziale profilo una volta modificato da mentoplastica attraverso la videosimulazione computerizzata. Il Dott. Clemente Zorzetto è piuttosto contrario ad utilizzare tali software poiché, anche se molto accurati nel riprodurre virtualmente i potenziali risultati dell’intervento di chirurgia estetica al mento così come di chirurgia plastica in generale, i risultati mostrati a video non sono mai completamente aderenti alla realtà quindi tendono ad ingenerare nel candidato false aspettative.