Rischi e complicanze

  • Asimmetria delle orbite
    Questo tipo di rischio legato alla blefaroplastica si verifica quando il chirurgo estetico asporta dalla regione periorbitale di un occhio una quantità di tessuto ed adipe tale da renderlo visibilmente più o meno “aperto” o “ringiovanito” rispetto all’altro.
  • Chiusura parziale della palpebra
    Nel post operatorio il paziente si accorge di non riiscire a chiudere completamente la palpebra. Tale tipo di rischio occorre quando il chirurgo estetico ha esagerato nell’asportazione della cute considerata in eccesso oppure a fronte di un processo cicatriziale anomalo.
  • Cecità
    La perdita della vista a fronte di blefaroplastica è un evento molto raro e fortunatamente se ne contano pochissimi casi al mondo. Le cause di un tale triste evento sono da individuare in una possibile emorragia o infezione nell’immediato post operatorio e non prontamente contrastata con antibiotici.
    Questo tipo di rischio legato alla blefaroplastica è facilmente evitabile procedendo con l’intervento in ambienti sterili (sale operatorie che rispettino le norme igienico sanitarie a ragion veduta imposte sia dal Ministero della Sanità che dalla Comunità Europea) e con antibiotici somministrati sia per bocca che localmente (pomate) nei giorni immediatamente dopo l’intervento di Blefaroplastica.
    A tale proposito va ricordato che il Dott. Zorzetto collabora solo con cliniche di chirurgia estetica private altamente qualificate, per quanto riguarda gli ambienti a disposizione dei chirurghi, per la strumentazione più aggiornata e per l’estrema cura/assistenza riservata ai pazienti da parte del personale infermieristico