Blefaroplastica inferiore

La blefaroplastica inferiore può essere posta in essere con due approcci diversi che dipendono dal caso in esame.
La prima procedura consiste nell’accedere ai tessuti da asportare attraverso un’incisione transcongiuntivale (ovvero dall’interno): Tale tecnica risulta particolarmente adatta quando non si presenta la necessità di asportare tessuto cutaneo ma solo il grasso in eccesso che forma le borse. In questo caso la cicatrice residua non è assolutamente visibile poichè posizionata all’interno dell’occhio.
La seconda procedura, invece, prevede l’incisione nella regione immediatamente sottostante le ciglia inferiori. Il chirurgo estetico procede all’eliminazione della pelle e del grasso in eccesso per poi suturare i lembi. Anche in questo caso la cicatrice che si formerà, anche se non invisibile come nella precedente tecnica, sarà comunque minima e tenderà a sbiadire con il passare del tempo.