Tendenzialmente i risultati conseguenti la mastoplastica riduttiva vanno considerati permanenti anche se fattori quali il tempo e la gravità modificheranno necessariamente la forma del seno prodotta dalla riduzione e dal rimodellamento chirurgico.
In caso di intervento posto in essere su giovani donne è possibile che la ghiandola mammaria continui il suo sviluppo anche dopo la mastoplastica riduttiva o che si verifichi un’ipertrofia adiposa a causa della gravidanza. A questo successivo ed indesiderato sviluppo si può porre rimedio intervenendo una seconda volta.