Anestesia nell'intervento di liposuzione

La corretta valutazione, durante la visita specialistica, dello stato in cui versa la paziente, della quantità di tessuto adiposo da aspirare e l’individuazione della tecnica chirurgica più adatta permettono al Dott. Zorzetto, insieme al medico specializzato in anestesia e rianimazione, di individuare il giusto tipo e quantità di anestetico da somministrare alla paziente.
In particolare si utilizza l’anestesia locale (con o senza sedazione profonda) qualora la liposuzione sia volta ad eliminare modeste quantità di materiale che, se concentrato nella parte inferiore del corpo (come ad esempio natiche, cosce e gambe) induce il medico all’utilizzo di anestesia epidurale o spinale in modo tale che la paziente non senta dolore ma che rimanga cosciente.
Si opta, invece, per l’anestesia totale in due casi specifici: quando la liposuzione ha lo scopo di aspirare un’importante quantità di materiale (siamo quindi nel campo della mega-liposuzione) o quando ne viene fatta espressa richiesta da parte della paziente che non desidera essere cosciente in sala operatoria.
Durante la liposuzione tumescente (umida o wet lipo), una parte di anestetico (solitamente lidocaina) viene iniettata nella parte da trattare unitamente a soluzione salina ed adrenalina (vasocostrittore).