La televisione, le riviste di moda ed Internet ci propongono sempre più spesso e sempre più insistentemente modelli femminili vincenti caratterizzati anche dal seno sodo e voluminoso che sicuramente contribuisce alla sicurezza psicologica di una donna e ne è motivo di orgoglio quale sinonimo di freschezza e giovinezza.

L’inesorabile trascorrere del tempo, gravidanze ed allattamento prolungato, dimagrimenti importanti e rapidi o situazioni di salute e cure mediche che hanno messo a dura prova il corpo possono aver contribuito alla perdita di elasticità da parte della pelle e quindi al prematuro rilassamento e svuotamento a vari gradi del senoche risulta quindi un testimone scomodo delle tappe della vita di una donna.

In base all’esperienza del Dott. Clemente Zorzetto, in molte donne il senso di disagio comincia proprio durante la pubertà per l’ipersviluppo del seno. Il disagio si protrae per il successivo quanto prematuro rilassamento delle mammelle a causa delle loro dimensioni, del peso e della forza di gravità a cui l’elasticità della pelle non può far fronte.
Dopo il superamento di vicissitudini di varia natura si fa strada in una donna il desiderio di tornare padrona della propria vita, della propria femminilità e delle armi che la caratterizzano, di un buon rapporto con il proprio corpo che non rispecchia più la giovinezza e la ritrovata voglia di vivere interiore.
In queste particolari circostanze in cui la consapevolezza della strada da percorrere è lo stimolo al cambiamento, la chirurgia estetica del seno può sicuramente essere d’aiuto.
Occorre ridare pienezza e volume al seno particolarmente cadente, con pelle in eccesso e svuotato.

L’intervento di chirurgia estetica detto mastopessi è la soluzione che il Dott. Clemente Zorzetto può adottare per migliorare il seno rilassato (a vari livelli) eliminando la cute in eccesso, riposizionando la ghiandola, l’areola ed il capezzolo. Il risultato che la mastopessi mira a raggiungere è quello di riportare indietro le lancette del tempo ovvero di conferire nuovamente al seno la perduta tonicità e pienezza.
In alcuni casi particolari (ipersviluppo e precoce rilassamento delle mammelle che coprono il solco sottomammario in modo molto evidente) il post-mastopessi sorprende piacevolmente le pazienti poiché il risultato estetico raggiunto con l’intervento chirurgico presenta loro un decolté mai avuto neanche in giovane età.

 

 

 

 

La visita specialistica

La visita dal chirurgo estetico rappresenta il primo importante passo che la candidata compie verso il cambiamento già maturato dentro di sè.
Il Dr. Zorzetto ha da sempre adottato il principio dell’assoluta chiarezza e trasparenza durante la visita che precede l’intervento di mastopessi volta a chiarirne ogni aspetto: tecniche chirurgiche adottabili, il tipo di anestesia, i comportamenti da tenere e le medicazioni da eseguire nel post-mastopessi, i rischi che il lifting al seno può comportare nonché il tipo di cicatrici che può lasciare.
Al di la della descrizione degli aspetti puramente tecnici che possono variare da caso a caso, la visita che precede ogni intervento di chirurgia estetica deve ingenerare nella paziente la necessaria fiducia nel chirurgo plastico a cui affida le proprie aspettative nonché la propria salute.;