Chirurgia estetica viso

vistoDel nostro corpo Il viso rappresenta ciò che per l’iceberg ne è la punta e come questa emerge dalle acque per mostrarsi alla vista dei naviganti così il nostro ovale entra subito in contatto con chi ci incrocia per strada o con chi ci relazioniamo.
Senza voler per forza descrivere l’impatto che le nostre sembianze hanno sugli altri e le relative conseguenze, pensiamo al nostro personale rapporto con il nostro viso che comincia subito la mattina appena svegli. Gli uomini si fanno la barba mentre le donne si truccano per uscire ed andare a fare la spesa o per recarsi al lavoro.
La sovraesposizione mediatica degli ultimi anni a cui tutti noi siamo soggetti (video-telefonini, video-chat, etc.) ha decuplicato l’importanza del viso e degli elementi che lo compongono (occhi, naso, bocca, zigomi e mento).
Alcune nostre dismorfie e leggere imperfezioni catalizzano immediatamente la nostra attenzione ed anche quella di chi ci osserva soprattutto oggi che l’aspetto esteriore è diventato il contenitore che deve amplificare le qualità interiori (umane ed intellettuali) di ciascuno di noi. Le borse sotto gli occhi o l’eccessivo svuotamento degli zigomi possono farci appare stanchi così come un mento troppo pronunciato, sinonimo di mascolinità, può offuscare lo sguardo dolce di una giovane donna.
La chirurgia estetica del viso ha il preciso scopo di eliminare, quando possibile, o comunque di minimizzare le imperfezioni elencate, di donare la giusta percezione di se a ciascuno di noi e, non da ultimo, anche correggere problematiche funzionali come ad esempio la non corretta respirazione dovuta alla deviazione del setto nasale.

Rinoplastica (settoplastica)

La rinoplastica è l’intervento di chirurgia estetica che ha lo scopo di correggere i difetti di forma del naso e rimodellarlo per renderlo appropriato al viso in cui si colloca ed arrivare così a risultati estetici naturali. Esistono differenti tecniche a disposizione del chirurgo estetico ed il Dott. Clemente Zorzetto ci illustrerà i pro ed i contro di ciascuna di esse in funzione degli obiettivi da raggiungere.
“Rifarsi il naso” non è per forza sinonimo di velleità narcisiste bensì potrebbe voler dire risolvere problematiche funzionali. Il setto nasale deviato, infatti, causando il restringimento di una o entrambe le fosse nasali può comportare spiacevoli conseguenze che arrivano anche a situazioni molto invalidanti. Una delle conseguenze tipiche della deviazione del setto nasale, oltre alla difficoltà nella respirazione, è il russare notturno ovvero quel fastidioso rumore causato dalla vibrazione delle componenti molli della gola quando sono risucchiati verso l’interno. A tutto questo oggi si può porre rimedio con la chirurgia estetica del viso (Profiloplastica) a patto di affidarsi a professionisti seri e con una lunga esperienza di sala operatoria alle spalle e che a loro volta operano in strutture altamente specializzate ed all’avanguardia come quelle con cui collabora il Dr. Zorzetto

Otoplastica

Le orecchie a sventola possono cominciare a costituire un serio problema sin dalla giovane età a causa dei continui scherni degli amici di scuola o di giochi per poi trasformarsi in un vero e proprio complesso nella difficile fase adolescenziale capace di minare pesantemente la stima in se stessi. L’intervento di chirurgia estetica del viso di otoplastica può risolvere il problema definitivamente senza sottoporre il paziente a lunghe degenze o ad un traumatico post-operatorio e senza compromettere la funzionalità uditiva.

Mentoplastica

La mentoplastica è l’intervento di chirurgia estetica che permette di correggere i lineamenti del viso andando ad operare direttamente sul mento attraverso, rispettivamente, le procedure di mentoplastica additiva (realizzata con protesi o iniezioni di fillers permanenti o riassorbibili che hanno lo scopo di delineare in maniera più incisiva il mento sfuggente) o mentoplastica riduttiva (ovvero eliminando parte della superficie ossea in eccesso che causa la prominenza o spigolatura del mento).
Se nelle donne le conseguenze psicologiche di un mento troppo sporgente, troppo delineato, mascolino giocano un ruolo importantissimo nella decisione che le porta a sottoporsi a mentoplastica riduttiva, nei pazienti uomini è, invece, la mancanza di tali connotazioni tipicamente maschili ad essere la molla che li spinge a ricorrere alla chirurgia plastica del mento o mentoplastica additiva.

Aumento zigomi (Malaroplastica)

La malaroplastica (più comunemente definita “aumento degli zigomi”) è l’intervento di chirurgia estetica che ha lo scopo di rimodellare gli zigomi attraverso differenti tecniche che prevedono l’utilizzo di altrettanto differenti materiali come: protesi zigomatiche, fillers (sostanze di riempimento biocompatibili) o Lipofilling/Lipostruttura (riempimento con tessuto adiposo autologo).
Il Dott. Clemente Zorzetto precisa che la malaroplastica può servire anche a correggere la asimmetria degli zigomi, situazione in cui uno zigomo risulta, per cause che non stiamo ad elencare, più convesso (sporgente) rispetto all’altro oppure più “piatto”.